Campi con "atmosfera": Huff Gynnasium, Champaign, Illinois.

George Huff Gymnasium. Per tanti anni, 1925-63, è stato il campo di basket dell’Università di Illinois, a Champaign, Illinois. Ugualmente importante, ci si giocava il leggendario ‘Sweet 16’ il Torneo dello Stato del basket scolastico, dagli ottavi finali in avanti. Raramente veniva chiamato col suo nome intero. Per tutti era ‘Huff.’ Nel 1925 era considerato l’impianto di basket più bello degli USA. Era la meta per ogni squadra di basket di high school nell’Illinois. Ai tempi, il torneo aveva quasi 1000 scuole, in un torneo di quattro settimane di fasi eliminatorie: District,Regional, Sectional, Sweet 16.

Era più importante di qualsiasi altro evento sportivo nell’Illinois.


Ho visto l’Huff Gymnasium per la prima volta in TV, nel 1951. Il Sweet 16 era trasmesso su WTTW-TV Chicago, Canale 11. I due telecronisti erano due leggende: Jack Drees, ex-pivot all’Università di Iowa, e Chick Hearn, voce del basket a Bradley University, più tardi con i Los Angeles Lakers. Ovvio, in bianco e nero. Impossibile descrivere l’impatto che tutto ciò ha avuto su tutti noi amanti del basket. Poi, l’anno successivo, nel 1952, loro due commentarono una vittoria incredibile nella finale del torneo, quando Hebron, con 99 studenti, ha battuto Quincy, oltre 1000 studenti, per il titolo, 64-59, dopo un tempo supplementare.


Nel 1954-55, ero uno studente nel primo anno di college, all’Università dell’Illinois. Mi hanno chiesto se avrei voluto fare l’usciere per tutto il torneo. Niente soldi, solo l’ingresso per vedere le partite … a Huff Gymnasium!

Una cosa incredibile. Ho visto ogni partita: quattro gare il Mercoledì, quattro giovedì, quattro venerdì e quattro sabato: due gare di semi-finali nel pomeriggio; 3° posto e 1° posto la sera. Mi dispiace dirlo ma è stato l’ultimo anno del Sweet 16 perché la IHSA ha deciso di fare gli ottavi come Super-Sectional in otto impianti più grandi di Huff Gymnasium, che aveva una capienza esattamente di 6905 posti a sedere.


Ovvio, non ho mai giocato a Huff Gymnasium e non ho mai allenato lì. Ma ho visto un numero impressionante di partite lì con Illinois, con i nostri grandi giocatori (George Bon Salle, Paul Judson, Billy Ridley) e il nostro grandissimo allenatore, Harry Combes. Poi, nel Torneo dello Stato, super campioni come George Wilson di Marshall HS di Chicago, Cazzie Russell di Carver HS di Chicago, Ted Caiazza di La Grange. Poi grandi allenatori: Merrill Thomas (Pinckneyville); Stanley Changnon (Mt. Vernon); Harry Kinert (Freeport); Jim Brown (Du Sable Chicago), Isadore ‘Spin’ Salario (Marshall Chicago), Vergil Fletcher (Collinsville).


Ma il mio più grande momento nell’Huff venne nel Torneo dello Stato del 1957. La nostra Evanston HS (ETHS) era stata eliminata da Notre Dame HS di Quincy, 70-63, nei quarti-finali del Venerdì sera. Ma i miei due ex-giocatori di Ridgway Club dell’Evanston YMCA, avevano fatto grandi cose: Dave Tremaine fece 30 punti e Art Schwarm 17. Si nota nella foto la sagoma dello stato di Illinois sopra il tabellone. C’erano 16 lampadine accese, una per ogni squadra. Dopo ogni sconfitta, se ne spegneva una. La nostra si era spenta quella sera. Ecco la definizione della parola ‘atmosfera’ per gli impianti del basket.



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Richard Street e le "parolacce".

Confesso! Conosco una grande quantità di parolacce! Quelle in Inglese le ho imparate tutte da Richard Street. Da chi le ha imparato lui, non ne ho la più pallida idea! Ma lui era un vero dizionari