I giornalisti della mia Olimpia: Dario Colombo.

Dario Colombo, Classe 1952, nato a Sesto San Giovanni, ha cominciato con i GIGANTI nel 1973, non ancora laureato all’Università Cattolica di Milano in Scienze Politiche. Scriveva sulla grande GEAS di Sesto, il cui Presidente, Azeglio Maumary, ha suggerito a Gianni Menichelli, allora Editore, di prenderlo.

Il resto è storia. Fotografo (anche super) per Giganti, intervista a Kareem Abdul-Jabbar, Camp di Jim McGregor, LA Summer League, stringer per 'Sports Illustrated' e 'il Giorno', autore (“Cent’Anni di Basketball” con Oscar Eleni), 8 Olimpiadi, 20 NCAA Final Four, RAI, Radio 24, Direttore GIGANTI, Direttore SKY Sport, Ferrero e ben altro.


E’ stato Direttore di GIGANTI del Basket per ben 15 anni. Sono stati anni importantissimi nonché difficili, visto l’arrivo di Superbasket come concorrente. Insieme a Bruno Bogarelli, hanno trasformato GIGANTI da mensile a quindicinale, poi a settimanale nel 1992. Insieme a Tullio Lauro, hanno salvato la testata più volte dal fallimento, cedendola a Conti Editori, con cui hanno fatto il record di vendite. Pure telecronista, facendo le prime telecronache del Basket NCAA, su TMC, insieme a Mike D’Antoni. Aprì la sua agenzia NEWCOM, subito ufficio stampa per l’NBA in Italia, nonché per RCS, la Gazzetta dello Sport, Lega Basket e altri.


In tutto ciò, Dario Colombo è diventato un giornalista non solo bravo ma di grande importanza. Quando l’Italia finì al quinto posto negli Europei del 1979, che sono stati disputati in Italia, con il girone finale a Torino, Colombo ha scritto un articolo chiedendo alla FIP di cambiare il capo allenatore. Non tanto tempo dopo, dopo 12 anni come Head Coach degli Azzurri, Giancarlo Primo è stato sostituito dall’uomo suggerito da Colombo e GIGANTI, Alessandro Gamba. Quindi, quando Bruno Bogarelli, proprietario e editore dei GIGANTI, è andato in Fininvest nel 1981, Dario Colombo è diventato Direttore della rivista.


Ovvio, Dario Colombo è stato con GIGANTI durante tutti i miei 9 anni all’Olimpia, 1978-87. Pur essendo tifoso della squadra, non perdeva l’obiettività. Dario Colombo è stato sempre sopra le polemiche. Per lui, GIGANTI doveva promuovere il Basket Italiano, non buttarlo per terra. Con questo, pur essendo Direttore, è stato lui a scattare la famosa foto della copertina del 1981, quando la nostra Olimpia ha preso Dino Meneghin da Varese, con Dino appoggiato all’insegna dell’Autostrada MILANO. Geniale, a dire poco. Come dicono in America, “Una foto vale più di mille parole.” Quindi, l’Olimpia ed io ringraziamo Dario per quello scatto!


Dario Colombo è stato un mio sostenitore sin dall’inizio. Anzi, è stato il primo a portarmi a cena, a ‘La Pampa.’ Non si può dimenticare chi è stato nel tuo angolo nei momenti duri. Per questa lealtà, Dario ha amicizie che durano da decenni con pezzi da novanta come Art Kenney e Mike D’Antoni, che lo chiamano appena arrivati a Milano.

Ma cosa vogliamo? Quando Dario andava a New York per i GIGANTI, David Stern, Commissioner dell’NBA, mandava a prenderlo una limousine al JFK! Logico, mi prendeva in giro, tipo l’anno del Grand Slam: “Coach, sappi che, quest’anno, i GIGANTI non darà il premio Mr. Basket a te, bensì ad Arvydas Sabonis.”

Giusto così!



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti