I medici della mia Olimpia: il Dott. Franco Carnelli.

Il Dr. Franco Carnelli è stato nostro medico societario durante i miei ultimi sei anni all’Olimpia Milan, 1981-87, poi per diversi anni dopo quel periodo. Il passaggio di consegna dal Dr. Giuseppe Mineo al Dr. Franco Carnelli è stato perfetto. Due grandissimi. Poi, avevo grande fiducia che il nostro GM, Toni Cappellari avrebbe fatto una buona scelta. In quelle cose, Toni non sbagliava mai. Infatti, Franco Carnelli ha fatto quasi 30 anni nel club, 1981-2008! Forse qualche medico, in qualche altra società ha fatto più di 27 anni con un club di vertice ma avrei qualche dubbio. Ecco la più grande testimonianza della bravura di Franco Carnelli.


Franco Carnelli, nato a Milano, Classe 1950, ha preso la laurea in Medicina all’Università degli Studi a Milano nel 1975, poi una seconda laurea all’Università di Pavia in Traumatologia e Ortopedia nel 1978, sotto il leggendario Prof. Mario Boni. Poco dopo il suo arrivo in Olimpia, l’abbiamo informato che Dino Meneghin aveva un menisco rotto. Franco ha eseguito l’intervento a Pavia insieme al Prof. Boni. Dice ora Carnelli: “Quindi, un grande giocatore veterano e un piccolo apprendista chirurgo. Allora l’artroscopia era una tecnica pionieristica, un altro mondo, e per la patologia di ginocchio si rischiava di finire la carriera.”


Ma Franco Carnelli è stato, per me, più che il nostro medico societario. L’ho sempre sentito quando avevo un problema da risolvere. Nel 2002 avevo un’ernia. Sapevo che non era il suo campo di gioco ma Franco, come Giuseppe Mineo, non ha mai sbagliato un consiglio. Mi ha indirizzato al Prof. Castelli, a Villa Igea, qui a Milano. Mai una dritta più azzeccata. Sono terrorizzato dagli aghi, quindi, in via Dezza 40 mi hanno anche sistemato quello: una puntura-KO prima dell’anestesia! Mai più avuto un problema. Non avevo dubbi. E non è l’unica volta che ho parlato con lui per un consiglio o un riferimento. Non sbaglia mai.


Poi, Franco si è sempre vestito come uno fotomodello di GQ. Aveva pure le camicie fatte dalla sarta, con le iniziali! Gelosia mia alle stelle: “Franco! Mi devi portare alla tua sarta!!!” Detto e fatto. Amici sportivi! Non solo le camicie bellissime, fatte su misura, con le mie iniziali, DLP, ma anche le MUTANDE, boxer, della stessa stoffa delle camicie! Non tanto tempo dopo, ho visto Giancarlo Sarti, GM della Juve Caserta, dove allenava Bogdan Tanjevic. Dissi a Sarti: “Giancarlo! Dì a ‘Boscia' che è una schiappa! Perché non ha i boxer fatti come le camicie, come me!” Seminavo gelosia da tutte le parti.


Infine, il Dr. Franco Carnelli grande giocatore di Gin Rummy. Giocavano in pullman, ogni trasferta gli stessi quattro: Franco Carnelli, GM Toni Cappellari, vice Franco Casalini e Mike D’Antoni. Io ero seduto all’altro lato del corridoio. Roba seria! Non si poteva parlare con loro! Non so chi ha vinto più volte. Ogni trasferta c'era una battaglia. Sia andata che ritorno. Dico ancora: non si poteva parlare con loro. Una domanda? Per l’amore del cielo! Risposta: “Coach! Non adesso! Per favore! Non vedi che siamo occupati!” Sì, compreso Franco, alias ‘Cool Hand Carnelli,’ l’unico che non parlava!




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il PalaLido!