I Tecnici Olimpia del Settore Giovanile: Giuseppe Barbara.

Giuseppe Barbara, Trapani, Classe 1952, ha cominciato come giocatore con l’Edera Trapani, 1973-80, facendo il coach nel 1980-81. Poi, nel nostro vivaio all’Olimpia, dov’è stato i miei ultimi sei anni con il club, 1981-87. Poi è venuto da noi nel Settore Giovanile per quei sei anni. Dopo noi, è stato Capo Allenatore di Basket Mestre, 1987-88, in A-2, con retrocessione in B-1. Poi, tre anni, 1988-91, a Basket Mestre nel Settore Giovanile. Poi, sempre nei vivai, due anni, 1991-93, alla Scaligera Verona; un anno, 1993-94, a Trapani come coach nel Settore Giovanile, poi due stagioni come Capo Allenatore in A-2, 1994-96. E’ stato poi fermo per tre anni, 1996-99.


Poi, quattro anni, 1999-03, a Lumezzane, sempre nel Settore Giovanile. Quando Franco Curioni cercava un coach super per il suo grande settore giovanile, ha parlato con suo amico, Vittorio Gallinari, che conosceva Giuseppe Barbara da quelle sei stagioni con noi. Il ‘Gallo’ non ha esitato e Curioni nemmeno! Quindi, per tre anni, 2003-06, Giuseppe Barbara era capo del Settore Giovanile di Casalpusterlengo e anche il primo coach ufficiale di Danilo Gallinari. Ma non solo Danilo. Ha avuto altri che hanno fatto carriera, come Pietro Aradori, che ha una lunga carriera in Nazionale.


Dice Vittorio Gallinari: "Ho avuto occasione di conoscere approfonditamente Beppe a Milano durante i suoi anni di allenatore del settore giovanile all’Olimpia ed ho potuto apprezzare le sue qualità’ come istruttore. Nei primi anni del 2000 l’Assigeco Casalpusterlengo decise di ridare vitalità al proprio settore giovanile. Con giovani così interessanti occorreva cercare un allenatore di provata esperienza soprattutto sulla crescita di giovani talenti, mi chiesero consiglio su questo e non ebbi nessun dubbio nell’indicare Beppe Barbara come allenatore ideale per un gruppo così talentuoso.”


Continua il Gallo: “Lui è un allenatore molto duro ed esigente ma alla fine amato dai suoi giocatori. Lavorava tanto sui fondamentali e sulla mentalità cercando di portare il talento del singolo all’interno di un gioco di squadra. Nella situazione specifica di Danilo è stato bravo a capire quale poteva essere il suo futuro ad alto livello cominciando da subito ad utilizzarlo in un ruolo di esterno od addirittura play/maker e non da pivot. Non so quanti avrebbero fatto lo stesso, vedendo l’altezza di Danilo, probabilmente qualcuno l’avrebbe messo sotto canestro ed adesso avremmo avuto un giocatore completamente diverso."


Dopo due anni, 2007-09, come Direttore Tecnico del Basket Trapani, la carriera di coach di Giuseppe Barbara è andata avanti sempre. Nel 2009-10, è tornato a Trapani per allenare il settore giovanile. E’ stato fermo un anno, poi un anno ad Alcamo, 2011-12, nell’A-2 Femminile. Poi, un anno, 2012-13, con lo Zenit Trapani nel Settore Giovanile. Dopo quattro anni fermo, 2013-17, ha fatto un anno, 2017-18, come capo del Settore Giovanile e anche Direttore Tecnico con Oneteam Forlì. Dopo quella stagione, ha preso il Settore Giovanile della Pallacanestro Forlì 2015, nel 2018-19.

Negli USA, definiscono uno così un ‘lifer’, dentro il basket per tutta la vita!



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Richard Street e le "parolacce".

Confesso! Conosco una grande quantità di parolacce! Quelle in Inglese le ho imparate tutte da Richard Street. Da chi le ha imparato lui, non ne ho la più pallida idea! Ma lui era un vero dizionari