I Tecnici Olimpia del Settore Giovanile: Guido Saibene.

Guido Saibene, Milano, Classe 1960, è stato nel nostro settore giovanile all’Olimpia Milano per i miei ultimi sette anni con il club, 1980-87. Poi, è rimasto un anno dopo la mia uscita, come vice di Guglielmo Roggiani e Franco Casalini con le giovanili. Ha vinto pure tre titoli nazionali: U-14 nel 1985; U-15 nel 1986; U-17 nel 1988. Ha allenato gente che poi ha fatto la Serie A: Flavio Portaluppi ’71, Matteo Anchisi ‘71 e Paolo Alberti ’72. Ha lavorato anche con altre annate, con gente arrivata in Serie A, come Marco Baldi ’66, Mario Pettorossi ’66, Vincenzo Sciacca ’65, Italo Pignolo ’65, Andrea Blasi ’65, Paolo Del Buono ‘65.


Dopo l’Olimpia è diventato per tre anni, 1988-91, Istruttore nel Settore Giovanile alla Pallacanestro Cantù. In quel periodo, proprio nel 1990, ha preso il premio ANAIB, come Allenatore dell’Anno per le categorie Giovanili. Per cinque estati, 1991-95, è stato con la FIP come istruttore nel Settore Giovanile del Settore Squadre Nazionali. Ha fatto l’assistente quando gli Juniores hanno vinto l’argento europeo nel 1992. Nel 1996-97, è stato capo allenatore della Nazionale della Svizzera nonché responsabile per il settore giovanile. Poi, per due anni, 1997-99, è tornato all’Olimpia Milano come vice-allenatore sotto Franco Marcelletti e Franco Casalini.


E’ stato capo allenatore di Treviglio, in B-1 nel 1999-2000, facendo la semifinale. Poi, di nuovo, all’Olimpia, come vice di Valerio Bianchini, nel 2000-01, subentrando a Bianchini come capo allenatore, evitando la retrocessione. L’anno dopo, 2001-02, ancora capo, dopo 5 partite, ha lasciato la panchina a Pippo Faina. Per sei anni, 2002-08, è stato vice-allenatore della Virtus Roma sotto Piero Bucchi, Svetislav Pesic e Jasmin Repesa, con tre semi-finali playoff e una finale più tre Eurolega, una di Coppa Italia e una dell'ULEB Cup. Poi all’Olimpia, per due anni, 2008-10, come vice-allenatore di Piero Bucchi, facendo due finali di scudetto.


Per due anni, 2009-11, è stato vice di Carlo Recalcati a Varese. E’ stato, poi, fermo per due anni, 2011-13. Nel 2013-14, collabora con la Social Osa Milano in B. Nel 2014-15, è stato nel settore giovanile di Libertas Cernusco, dove ha allenato Frankie Badocchi, poi nell'NCAA a Virginia dove vince il titolo NCAA 2019. Nel 2015-16, è tornato alla Virtus Roma, come capo, ma non ha finito la stagione. Nel 2016-17, è stato capo allenatore di Don Bosco Livorno, facendo 2° posto in C-1. Nel 2020-21 è tornato come capo allenatore dello storico Robur et Fides di Varese, seguendo le orme del suo mentore, Gianni Asti.


Guido Saibene ha fatto più che l’allenatore. E’ stato Presidente del CNA di Milano nonché membro del CNA (Comitato Nazionale Allenatori) Nazionale. E’ stato Istruttore Tecnico della FIP. Ha fatto diversi clinic tecnici in Italia e all’estero. Ha fatto l’istruttore a vari camp della GIBA (Giocatore Italiani Basket Association). Ha scritto libri e manuali per la FIBA e per la WABC (World Association of Basketball Coaches). Insegna alla Facoltà di Scienze Motorie all’Università degli Studi di Milano. Insomma, Uomo di Basket a 360°.

Quando era con me, gli dissi, “Se non smetti di vincere titoli nazionali, mi arrabbio!!!” Ben venga!



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Richard Street e le "parolacce".

Confesso! Conosco una grande quantità di parolacce! Quelle in Inglese le ho imparate tutte da Richard Street. Da chi le ha imparato lui, non ne ho la più pallida idea! Ma lui era un vero dizionari