Richard Street, il buongustaio.

Richard Street era un tuttologo. Sapeva tutto. Conosceva pure i ristoranti. Beh, per la verità, non andavamo ai veri ristoranti. Diciamo posti per mangiare. Nella nostra città io non ne conoscevo neanche uno prima di incontrare Richard. Uno dei posti dove mi ha portato esiste ancora: Bill’s, all’angolo di Howard Street e Asbury Avenue, il migliore hot dog sulla faccia della Terra. E’ un posto piccolo, brutto, vecchio, scomodo. Anzi, non ci sono posti a sedere. Si prende e si va via. Sono stato lì nel 2019 per la Hall of Fame del mio liceo, dove ho presentato i tre che avevo nominato. Bill’s era super, come sempre.


Ma il capolavoro di Richard era stato presentarmi al Toddle House, una catena di piccoli ristoranti nella zona di Chicago. Piccoli? Otto posti a sedere. Quando coniarono il termine ‘fast food,’ avevano questo in mente. Ne avevamo tre ad Evanston: Howard Street; Sherman Avenue e Chicago Avenue.

Richard me li ha fatti conoscere tutti e tre: Howard Street per quando andavamo a fare bowling; Sherman Avenue per quando andavamo al cinema; Chicago Avenue per quando andavamo a nord Evanston per un avvenimento sportivo. Tutti e tre uguali. Fino all’ultimo dettaglio.


Waffles. Non esistono più le Toddle House. Se è così, è un delitto perché i loro waffles, con burro e sciroppo di acero erano imbattibili. Infatti, il marchio Toddle House nacque nel 1932, nel sud, a Memphis. Poi, il nome è cambiato nel 1962, diventando Dobbs House. Mai messo piede dentro uno di loro. Al massimo, negli anni ’50, c’erano oltre 200 Toddle House in 90 diverse città. Come diceva Richard, “Oh, Peterson, neanche tua nonna fa waffles meglio di questi.”

Sapeva che mia nonna era una cuoca straordinaria. Quindi, ha voluto fare il massimo paragone. E aveva ragione.


Hash Browns. Cioè, piccole frittelle di patate. Anche se le Toddle House non ci sono più, gli hash browns sono sempre presenti in qualsiasi ristorante fast food in America, se servono la prima colazione. Ovvio, non eravamo nutrizionisti!

Anzi, Richard diceva, “Oh, ragazzi, cosa c’è di meglio che waffles e hash browns alla Toddle House.” In questo, aveva sempre ragione.

Se non sbaglio, i waffles costavano 20 cents e gli hash browns costavano 10 cents. Nessun problema. Comunque, mettevano le patate fatte a piccoli pezzettini in una forma quadrata e poi sulla piastra. Una meraviglia.


Prima colazione. Anni dopo le nostre fermate alla Toddle House, qualcuno ha inventato il termine ‘power breakfast,’ cioè, prima colazione forte. Bene, alla Toddle House la facevamo qualche mattina: waffles, hash browns, due uova all’occhio di bue, bacon alla piastra, oppure prosciutto alla piastra. Ripeto, non ci curavamo della questione del mangiare sano. Bere? Cioccolata calda! Tranne Richard, che beveva caffè!!! Io prendevo anche un bicchiere di latte … freddo. Come il mio stomaco, l’esofago e l’intestino hanno potuto resistere ad una dieta tale non saprò mai. Ma lo rifarei, ancora. Subito!



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Richard Street e le "parolacce".

Confesso! Conosco una grande quantità di parolacce! Quelle in Inglese le ho imparate tutte da Richard Street. Da chi le ha imparato lui, non ne ho la più pallida idea! Ma lui era un vero dizionari